_______ Eventi-Attività _______

 

_____ L'Eco dalle Terre _____

________ Calendario ________

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
 

________ Link Utili ________

VAJONT: PER NON DIMENTICARE - L'URLO NEL SILENZIO

Il progetto L'URLO NEL SILENZIO, lanciato in occasione del 50° anniversario della strage del Vajont, come promesso conosce un secondo tempo e prosegue ora con grande impegno e dedizione lanciando una nuova iniziativa.

Questa iniziativa, che vede portare a Romano la mostra dedicata al Vajont, ospitata recentemente alla Biennale di Venezia, vuole essere il segnale forte della grande sensibilità e del grande sostegno alla memoria che Romano ha maturato nel corso del primo ciclo di eventi dedicati al Vajont e tutto questo è stato reso possibile grazie alla al COMITATO SOPRAVISSUTI DEL VAJONT.


In questi mesi tutti noi de LABC abbiamo stretto un forte legame con Micaela Coletti (Presidente del Comitato) e Gino Mazzorana, questo prezioso legame ha permesso di realizzare un bellissimo lavoro che desideriamo ora condividere con tutti voi.

LABC non dimentica il Vajont, LABC ha dato la parola e ha preso un impegno con Micaela e Gino e con tutti coloro che hanno partecipato alla precedente iniziativa, affinchè il Vajont non sia dimenticato, soprattutto ora che spenti i riflettori del 50° Anniversario le promesse puntualmente sono state disattese...

PERCHE' INSISTERE, perchè nel desiderio di giustizia dei sopravvissuti vi è ancora la forza di lottare, non solo per quanto hanno subito, ma perchè quel che hanno vissuto in prima persona non accada più a nessuno.

"Ci sono tanti Vajont in Italia, accaduti e in divenire, l'impegno di ciascuno è quello di conoscerli, affrontarli e combatterli, perchè lottare per la libertà è fondamentale e non è mai ridicolo:"PRIMA TI IGNORANO, POI TI DERIDONO, POI TI COMBATTONO, INFINE VINCI"



Mostra Vajont per non dimenticare


***INGRESSO GRATUITO***

 

Dalla BIENNALE DI VENEZIA a ROMANO D'EZZELINO
la Mostra #VAJONTPERNONDIMENTICARE


Per iniziativa del Comitato Sopravvissuti del Vajont e in collaborazione con LABC - Laboratorio Civico di Romano, nella suggestiva location della Fornace Panizzon, un tuffo nel passato, un percorso emozionale e riflessivo, che attraverso una rivisitazione fotografica e documentaria della tragedia del Vajont, propone una presa di coscienza di forte impatto.

L’URLO NEL SILENZIO: VAJONT PER NON DIMENTICARE” è messaggio urlato silenziosamente al mondo affinché disastri come quelli del Vajont non debbano mai più ripetersi.


  • 15 marzo 2014 | ore 16.30
    INAUGURAZIONE con la presenza dei Spravvissuti e degli "Angeli del Vajont"
  • 16 Marzo 2014 | ore 9.00-12.30 / 15.00-19.00
    APERTURA MOSTRA al pubblico
  • 22-23 Marzo 2014 | ore 9.00-12.30 / 15.00-19.00
    APERTURA MOSTRA al pubblico
  • Dal 17 al 21 Marzo 2014
    APERTURA MOSTRA gruppi/scolaresche su prenotazione



L'opera sarà visitabile dalla data dell'inaugurazione fino al 23 marzo 2014.


PER INFORMAZIONI: LABC LABORATORIO CIVICO di Romano
339 41 99 7654 * Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.">info@labc-laboratoriocivic
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
">o.it

Comitato Sopravvissuti Vajont
con Micaela Coletti e Gino Mazzorana


Eravamo partiti da qua...
Nella ricorrenza del 50° anniversario del disastro del Vajont, la nostra associazione LABC- Laboratorio Civico di Romano d'Ezzelino, ha promosso il progetto: VAJONT - L'URLO DEL SILENZIO.

Questo progetto, a cura dell'associazione LABC e con il Patrocinio della Fondazione Vajont e dei Comuni di Castelvazzo, Erto e Casso, Vajont e Longarone, si è sviluppato in tre serate informative nel territorio di Romano d'Ezzelino, per concludersi con la vista in Vajont.

L'obiettivo è promuovere la memoria storica e svegliare la coscienza della gente, dinnanzi ad una tragedia che ha cambiato per sempre la vita di un territorio e della sua gente, nella speranza che in ciascuno possa crescere e maturare la voglia di avviare nuove progettualità sostenibili, capaci di valorizzare il Paesaggio e la Gente che lo abita, lo vive e lo respira.

...e il nostro impegno è proseguito TUTTI INSIEME E NESSUNO INDIETRO