_______ Eventi-Attività _______

 

_____ L'Eco dalle Terre _____

________ Calendario ________

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
 

________ Link Utili ________

8 MILIONI PER LA VALSUGANA

Il Ministero delle Infrastrutture stanziata e approva nella seduta del CIPE la cifra di 8 mln per l’adeguamento di alcuni tratti della statale 47 tra Pove del Grappa e San Nazario.

8 MILIONI PER LA VALSUGANA

Attenzione non si parla della Nuova Valsugana, ma di quella esistente che evidenzia grossi e mai sanati problemi di traffico, causati (tra gli altri) dal semaforo di Carpanè e dagli innesti a raso di San Nazario.

Leggi tutto: 8 MILIONI PER LA VALSUGANA

TRA IL DIRE E IL FARE...C'É UNA VALLE DA RILANCIARE

Cliclabile Valsugana

 

I Comuni montani di Campolongo sul Brenta, Cismon del Grappa, San Nazario, Solagna, Valstagna e i comuni parzialmente montani di Bassano del Grappa e Pove del Grappa della Comunità Montana del Brenta, la prossima settimana e precisamente:

 

MARTEDÍ 26 GENNAIO 2016 ore 19:30

presso la sede Municipale del

COMUNE DI VALSTAGNA

 

Saranno chiamati a deliberare su due punti fondamentali che definiranno con chairezza quale sarà il futuro programma che l'Unione Montana intende intraprendere per lo sviluppo della Valbrenta.

 
ODG(scarica invito)

 

Tutti i comitati che in questi anni hanno lavorato con impegno per dare il loro contributo all'avvio concreto DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE della VALBRENTA e della PEDEMONTANA sono invitati ad esserci e finalmente ottenere una risposta chiara e concreta.


Il nostro territorio è un enorme bacino naturale, ove abbondano innumerevoli risorse, ma fino ad oggi non siamo stati capaci di unire gli intenti e attingervi con attenzione, anzi abbiamo lasciato che corresse il rischio di finire in secca per effetto di progettualità errate, ma ora i tempi sono maturi e matura è l'idea di dare un segnale forte e far si che questa grande risorsa finalmente possa dissetare la nostra meravigliosa Valle tracimando sino alla Pedemontana.

 


NOI DE LABC CI SAREMO E TU?

 

 

 

 

 

Con Zanoni il Grappa chiede aiuto all'Europa

PETIZIONE CONTRO IL TRAFORO DEL MONTE GRAPPA e  LA COSTRUZIONE DELLA NUOVA VALSUGANA

Giovedì 22 agosto 2013 l'Associazione liberi cittadini per il  Grappa unitamente all'Associazione LABC incontreranno l'eurodeputato ALDE Andrea Zanoni per effettuare un sopralluogo nei siti interessati dal passaggio dell'itinerario Nuova Valsugana.

 

L'appuntamento è fissato alle ore 11.00-30 in Via Carlessi di Romano d'Ezzelino, presso l'area antistante l'imbocco del Traforo per poi proseguire a Cismon del Grappa, visitando sia l'area Pian dei Zocchi, ove uscirà la galleria a doppia canna, che l'area "oasi Bosco delle Fontane", location prescelta per ospitare la prossima Manifestazione:

NO TRAFORO GRAPPA
in programma il 15 settembre 2013

L'incontro programmato con l'eurodeputato Zannoni sarà non solo un momento di verifica dei siti, ma anche l'occasione per lanciare la nuova raccolta firme "PETIZIONE CONTRO IL TRAFORO DEL MONTE GRAPPA e LA COSTRUZIONE DELLA NUOVA VALSUGANA" che questo autunno verrà trasmessa  al Presidente della Regione Veneto, al Presidente della Repubblica e consegnata di persona alla Commissione Petizioni del Parlamento Europeo.

Leggi tutto: Con Zanoni il Grappa chiede aiuto all'Europa

Il Monte Grappa chiede aiuto all'Europa

Giovedì ore 6.50 dall'aeroporto di Venezia, Luca Trevisan portavoce di Radio Gamma 5 e Maria Pia Farronato portavoce de LABC Laboratorio Civico di Romano d'Ezzelino, partono con oltre 6000 firme per la tutela del Monte Grappa alla volta del Parlamento Europeo, ove ad attenderli c'è  l'on. Andrea Zanoni, eurodeputato PD e membro della commissione ENVI Ambiente, Sanità Pubblica e Sicurezza Alimentare al Parlamento europeo, che sin dallo scorso 22 agosto, dopo aver effettuato un sopralluogo sulla zona, si è unito al coro delle 6000 voci per dire "Giù le mani dal Monte Grappa. Proteggiamo il nostro Veneto da simili inutili, costose e dannose grandi opere fatte in project financing, vogliamo grandi opere di valorizzazione per restituire al Veneto identità, storia, paesaggio e turismo".

CONSEGNA PETIZIONE - BRUXELLES

Leggi tutto: Il Monte Grappa chiede aiuto all'Europa

La Nuova Valsugana: il Danno Collaterale

il Danno Collaterale

LABC - Laboratorio Civico di Romano d'Ezzelino, in collaborazione con il gruppo facebook "NO VALSUGANA - AUTOSTRADA? No, Grazie!" e il "Gruppo Spontaneo di Solagna" insieme promuoveranno in Vallata una serie di serate informative dedicate ad affrontare quelli che sono gli effetti collaterali della nuova infrastruttura "Nuova Valsugana".


Molti paesi in Vallata, con la certezza di non essere direttamente interferiti dal passaggio della rete stradale, si sono accomodati e allontanati dalla questione Nuova Valsugana, sottovalutando le possibili conseguenze, legate proprio agli effetti "collaterali", che comunque ricadranno sulle reti stradali secondarie e sui paesi che affiancheranno il nuovo itinerario, nessuno può chiamarsi fuori.


L'intinerario della Nuova Valsugana, come è noto, si percorrerà a pedaggio, questa situazione comporterà, difronte alla congiuntura economica che stiamo vivendo in questi anni, destinata ad aggravarsi nei prossimi,  il probabile riversamento dei mezzi, leggeri e pesanti,  sulle strade secondarie, costituendo così  i futuri "Punti Neri" in Vallata.

Tale ipotesi oltre a provocare pesanti conseguenze in termini di inquinamento ambientale, incrementerà il rischio di sicurezza per gli utenti abituali, automobilisti locali, ciclisti e pedoni, essendo tale rete progettata per contenere un traffico locale e quindi incapace di rispondere ad un incremento sostanziale di mezzi leggeri e/o pesanti. 

Al vaglio dei progettisti è stata presa in considerazioene questa problematica comportamentale, ma la base il pensiero da risolvere non era certo la sicurezza bensì la garanzia del traffico giornaliero in Valsugana (ricordiamo che si devono garantire un tot di passaggi giornalieri per sostenere economicamente il progetto - 40.000 veicoli medi giornalieri). La risposta correttiva è stata "Nessun problema saranno attuati tutti gli strumenti deterrenti (forze di polizia, autovelox,  semafori, ecc.) che ricondurranno o meglio "forzeranno" gli utenti a reimettersi sull'itinerario progettato". 

 

 Una vera e propria vessazione che non conosce fine se lo sguardo poi si sposta e punta ad un importante effetto collaterale: CHI PAGA!

 

Per saperne di più vi aspettiamo al primo appuntamento Lunedì 08 aprile 2013 alle ore 20.45 presso la Sala Teatro della Scuola di Infanzia "Maria Goretti", in Via Sette Comuni - VALSTAGNA

 

 

La Nuova Valsugana: il Danno Collaterale

 

FIRMA PER IL GRAPPA

FIRMA PER IL GRAPPA

al Presidente della Regione Veneto
al Presidente della Repubblica
alla Commissione Petizioni del Parlamento Europeo

 

I sottoscritti cittadini venuti a conoscenza della proposta di finanza di progetto, in questo momento al vaglio della VIA nazionale, da parte dell'ATI costituita dalle Società "Impresa Pizzarotti & C. S.p.A. (capogruppo) - Ing. E. Mantovani S.p.A. - C.I.S. Compagnia Investimenti Sviluppo S.p.A. - Cordioli S.p.A. (imprese mandanti), approvata dalla Giunta Regionale con Deliberazione n. 2399 del 04.08.2009, avente ad oggetto l'iniziativa "Itinerario della Valsugana Valbrenta - Bassano Ovest. Superstrada a pedaggio", da attuarsi in regime di finanza di progetto, che attraverserà i territori comunali di Castelfranco Veneto, Castello di Godego, Loria, Rossano Veneto, Cassola, Romano d’Ezzelino, Pove del Grappa, Solagna, e San Nazario per raggiungere il terminale Nord di Pian dei Zocchi (Cismon del Grappa).
  | FIRMA LA PETIZIONE ON-LINE | SCARICA LO STUDIO | SCARICA LA PETIZIONE |

Leggi tutto: FIRMA PER IL GRAPPA

Altri articoli...

  1. Osservazioni alla NV