_______ Eventi-Attività _______

 

_____ L'Eco dalle Terre _____

________ Calendario ________

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
 

________ Link Utili ________

ECO HAPPENING - SI GRAZIE

ECO HAPPENING - SI GRAZIE

Le parole come una musica di sottofondo non voglio irrompere sulle emozioni che ieri 22 giugno 2014 ai piedi del Monte Grappa si sono librate nell'aria, ma è giusto raccontare quel clima di casa, di famiglia, di festa che, alla manifestazione di Via Carlessi,  ieri  si è creato in ciascuno, facendo maturare la consapevolezza dell'importanza di cogliere il valore dei luoghi che viviamo, amplificandoli nel quotidiano per ricevere da loro l'indicazione di un futuro cammino da percorrere insieme.

I luoghi sono memoria di noi, prendercene cura significa dedicarsi attraverso di loro a noi stessi, a quel che siamo, alle nostre tradizioni, alle nostre emozioni e ai nostri valori, dando non solo un senso al nostro passaggio ma lasciando una traccia per il futuro.
Da qui la forza di partecipare con passione e impegno, prendendoci cura delle nostre terre,della nostra identità, cercando attraverso le numerose attività di valorizzare, di vivere e sperare in un futuro migliore consapevoli che dare alla terra significa ricevere dalla terra.

 ECO HAPPENING - SI GRAZIE

In molti hanno lavorato in questi mesi per la buona riuscita del secondo appuntamento ai piedi del Grappa dalle Associazioni/gruppi/comitati, alla Cooperativa e ai volontari. Un ECO-HAPPENING che ha abbracciato trasversalmente la gente, rispettandone la libertà di pensiero e cogliendone  costruttivamente e in condivisione l'intento comune di avviare un nuovo disegno, un nuovo modo di pensare, un nuovo impegno condiviso per il rilancio reale del nostro territorio, con la speranza che arrivi presto una folata di vento capace di gettare via la sabbia negli occhi dei pochi amministratori rimasti ancora fermi nella loro posizione convinti che la soluzione sia solo dentro un dissennato progetto di una strada come quello della NUOVA VALSUGANA e del TRAFORO DEL GRAPPA.
Questo progetto ogni giorno sta mostrando la sua reale natura, evidenziando la debolezza dell'istituto del Project Financing, che snaturato nella sua logica iniziale è divenuto il sistema del malaffare. Non c'è futuro per i nostri territori e non c'è futuro per  il nostro Veneto se alimentiamo questo modello e queste logiche, quindi non possiamo che apprezzare tutti quegli amministratori e quella politica che oggi hanno deciso di metterci la faccia e fare, chi marcia indietro e chi voce forte, promettendo di promuove nuove azioni condivise per il territorio.

Auspichiamo che questo secondo tempo veda realmente all'opera una politica concreta e costruttiva che non abbagli con le solite promesse elettorali, ma che superi le divisioni, producendo atti concreti, e soprattutto, chiediamo che la politica tutta, quella che si è mossa ora e quella che si muoverà domani, usi il massimo rispetto verso il lavoro della gente, dei comitati, delle associazioni del territorio che da mesi e mesi si sono presi cura e si occupati e si occupano con impegno e partecipazione alle sorti del loro paese, promuovendo iniziative e attività a porte aperte e senza alcun colore,  perché consapevoli e certi che il territorio non ha colore e va coltivato in modo trasversale.
 
I ringraziamenti per il grande successo di ieri partono dal vero cuore che anima, carica e stimola a mettersi in gioco, lui l'irriducibile Luca Trevisan che come un tornado porta tutta l'energia di RADIO GAMMA 5 per il secondo anno consecutivo a Romano, una squadra eccezionale che ha dato tutta se stessa per salvare questa nostro lembo di terra, persone uniche e speciali che fanno della loro vita una missione per gli altri. Energia che è stata colta e amplificata da un'altra grande associazione presente su territorio a cui non manca il coraggio e la caparbietà per portare avanti battaglie per la tutela e la valorizzazione del territorio, loro i ragazzi de LABC Laboratorio Civico di Romano d'Ezzelino capaci di fare squadra e unirsi trasversalmente con molte realtà eccezionali del territorio come i GRUPPI DELLA VALBRENTA e i Giovani del NO NUOVA VALSUGANA, forti promotori della campagna informativa e delle azioni a tutela del territorio del Canal di Brenta, sempre presenti cercando di unire la vallata e spingendola a reagire per chiedere concretamente una boccata di ossigeno e nuova energia in valle ed ancora il QUARTIER PRE' sempre in prima linea, pronto, disponibile e tenace nella lotta in tutela dell'ambiente e del territorio. Straordinari poi i volontari del territorio dal nostro caro Baffo Battista, a Carmen, Luigi, Gledis, Fabio, Isaia sempre presenti e irriducibili, senza di loro sarebbe stato impossibile allestire eventi come quello di ieri.


Un ringraziamento speciale a tutti gli operatori del Grappa presenti, con i loro prodotti e le loro attrattività ed a tutti i gazebo informativi del territorio dai promotori di nuove colture, dei nuovi modi di investire sul territorio ai nuovi modi di vivere il territorio.
Spettacolari poi i nostri super ospiti da Enrico Vanzini, Dante Citton, Atucà Indio Guaranì e il magnifico Luca Bassanese e la sua band, spettacolari e coinvolgenti.


Non meno importante, anzi doveroso il ringraziamento ai proprietari terreni che ci hanno concesso in uso le terre per regalare questo giorno di festa, svoltosi nella massima sicurezza grazie all'importante lavoro svolto dalle Forze dell'ordine di Bassano del Grappa, alla Squadra antincendio della Valbrenta e alla Croce Verde.


I ringraziamenti non si esauriscono ancora perché manca all'appello la protagonista più importante di ieri, unica e vera regina della giornata indimenticabile che abbiamo vissuto: LA GENTE!

Grazie a tutti voi abbiamo vissuto uno spettacolo nello spettacolo che è stato anima, cuore ed emozione vera, per grandi e piccoli, dai vostri occhi e dai vostri volti usciva il sorriso e la speranza di vivere nuova prospettiva.


Nel lancio dell'evento scrivevamo "A VOLTE, E' SUFFICIENTE UN CAMBIAMENTO DI PROSPETTIVA PER VEDERE LA LUCE" ieri è successo, la crepa esiste ed è da lì che può entrare una nuova luce per il futuro del Monte Grappa, del Territorio della Pedemontana e della Brenta.

GRAZIE A TUTTI.