_______ Eventi-Attività _______

 

_____ L'Eco dalle Terre _____

________ Calendario ________

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
 

________ Link Utili ________

L'appello alla Politica: Amministratore, lei si è dimenticato di NOI!


L'appello alla Politica: Amministratore, lei si è dimenticato di NOI!

Un appello alla politica parte anche dalla Vallata del Brenta ove i cittadini invitano gli Amministratori dei comuni di: Bassano del Grappa,  Campolongo sul Brenta, Cismon del Grappa, Pove del Grappa, San Nazario, Solagna e Valstagna
a dare una risposta motivata sui temi quali: il 38 e la Nuova Valsugana, chiedendo loro di assumersi la responsabilità politica, stanchi del continuo silenzio su tematiche che trasformeranno per sempre il territorio. NON DEVE CALARE IL SILENZIO!
I cittadini vogliono una risposta chiara e richiamano gli amministratori a rimettersi in contatto con il territorio.

...[]
Siamo rammaricati, delusi, stanchi e potremmo continuare Amministratore, perché ci sentiamo presi in giro dalla Politica, in particolar  modo dalla Politica di casa nostra; abbiamo creduto nella sua parola, anche quando ci diceva: "Me ne occuperò in prima persona!", ora è lecito chiederle: " Amministratore l'ha fatto?"
            Visto il silenzio imbarazzante della politica, ci troviamo nuovamente noi cittadini a farci avanti e tentare di avere il suo ascolto alle nostre richieste, perché noi cittadini siamo fiduciosi e crediamo ancora nelle istituzioni e, civilmente, se serve scriverle una lettera come questa, dai toni duri per spronarla, siamo pronti a farlo e rifarlo sino allo sfinimento, perché il nostro quotidiano peggiora di giorno in giorno, quindi abbiamo bisogno di rompere il silenzio e abbiamo bisogno che lei Amministratore,  inizi ad occuparsi di noi concretamente![]...

 

 

L'APPELLO

            Ci rivolgiamo a lei Amministratore,
lei che è stato eletto da noi cittadini, lei che con il nostro voto ha ricevuto il mandato di rappresentarci in seno alle istituzioni.

             In lei abbiamo riposto la nostra fiducia, nella speranza che nell'esercizio del suo mandato agisse tenendo sempre un filo diretto con noi cittadini, per operare e rispondere concretamente alle nostre esigenze e/o per dar corpo a nuove progettualità condivise con il territorio e per il territorio.

             Quel filo si è spezzato ed è calato il silenzio, un silenzio grave.
            Amministratore, lei si è dimenticato di noi cittadini!

             Non ci interessano le ragioni che l'hanno portata a questo, ma il dato di fatto:
            Amministratore, lei si è dimenticato di noi cittadini!

             Sono passati mesi da quando le abbiamo fatto delle  specifiche richieste e non è pervenuto nessun riscontro, nessuna risposta, nemmeno un tentativo di contatto per aggiornarci su quanto sta accadendo e su quanto ha fatto al  riguardo. Amministratore lei era tenuto a dare una risposta, fosse almeno per cortesia e rispetto verso le persone che le hanno rivolto delle domande.

             Siamo rammaricati, delusi, stanchi e potremmo continuare Amministratore, perché ci sentiamo presi in giro dalla Politica, in particolar  modo dalla Politica di casa nostra; abbiamo creduto nella sua parola, anche quando ci diceva: "Me ne occuperò in prima persona!", ora è lecito chiederle: " Amministratore l'ha fatto?"

            Visto il silenzio imbarazzante della politica, ci troviamo nuovamente noi cittadini a farci avanti e tentare di avere il suo ascolto alle nostre richieste, perché noi cittadini siamo fiduciosi e crediamo ancora nelle istituzioni e, civilmente, se serve scriverle una lettera come questa, dai toni duri per spronarla, siamo pronti a farlo e rifarlo sino allo sfinimento, perché il nostro quotidiano peggiora di giorno in giorno, quindi abbiamo bisogno di rompere il silenzio e abbiamo bisogno che lei Amministratore,  inizi ad occuparsi di noi concretamente!

             Da oggi Amministratore per noi le cose cambieranno, ci renderemo più partecipi nel valutare le sue attività e da lei pretenderemo una risposta alle nostre richieste, stabilendo obiettivamente le tempistiche, alla scadenza delle quali il suo silenzio e/o il suo disinteresse verrà reso pubblico alla cittadinanza, nelle forme che ci permetteranno la massima divulgazione. Questo agire non è una forma di ricatto, ma è l'unico modo civile e democratico per ricordarle che è un Amministratore e in quanto tale ha una responsabilità verso di noi!

             Amministratore, noi siamo dei cittadini partecipi che hanno a cuore il bene della comunità e per questo le chiediamo di mettere a frutto quello che da sempre promette in campagna elettorale, il contatto diretto con la cittadinanza attraverso un sistema che tenga vivo il dialogo con i  cittadini.

            Scelga lei la forma e il modo di attuarlo, studiandolo in base ai regolamenti, lo scopo ultimo è avere uno strumento valido che ci permetta di sederci intorno ad un tavolo a ragionare sulle reali esigenze del territorio e che produca una serie di attività bilaterali per ottemperare alla soluzione concreta.  Solo ripristinando questo contatto diretto potremo tentare di ristabilire i rapporti e occuparci in modo "sano" del territorio.

             Vorremmo, una volta per tutte, che lei prendesse una decisione, sia essa positiva o negativa, ma che sia motivata. Desideriamo, come già richiesto nei mesi scorsi, che si dibatta e si risponda con responsabilità, nel prossimo Consiglio comunale, sia sulla Nuova Valsugana che sul PTRC (in particolare l'art. 38). Dalla  cronaca quotidiana si evince che il "Modello Veneto" basato sul "Cemento del Project Financing" con l'avvallo del PTRC, sta fallendo ed è prossimo al collasso e le ricadute sono pesanti sul territorio  sia in termini di salute, che di ambiente e di economia.

            Amministratore ora passiamo a lei carta, penna per darci una risposta, in particolare confidiamo nel suo interessamento che ci auguriamo possa tradursi concretamente in un punto dell'ordine del giorno del  prossimo Consiglio Comunale a calendario.

Sottoscritto da:
Gruppo Spontaneo Solagna, Gruppo informazione San Nazario, Valstagna “Autostrada No Grazie”, Rappresentanza Cittadini di Cismon e Maria Pia Farronato