38 SOSPESO DALLA SUA META'

Categoria: PTRC
Pubblicato Domenica, 15 Dicembre 2013 14:17
Scritto da LABC
Visite: 14253
38 SOSPESO DALLA SUA META'

SOSPESO, si avete letto bene, il 38 è stato SOSPESO a partire dal 1° dicembre 2013, grazie all'entrata in vigore dell'art.19 della L.R. n. 32/2013

Finalmente un primo parziale successo!

E' vero ci sono voluti mesi, anzi quasi un anno di attività promosse e portate avanti da numerosi gruppi/associazioni/comitati del territorio, giornalisti, editorialisti e associazioni di categoria, ma la grande informazione e il grande lavoro hanno permesso di coinvolgere e sensibilizzare molti amministratori regionali e locali attenti, fatta eccezione per taluni che, schierandosi dall'altra parte per convenienza, si sono resi protagonisti di vere battaglie inutili, arrampicandosi sugli specchi pur di trovare il sistema o la strategia macchiavellica atta a  fermare ed azzerare a tutti i costi la mozione al 38, anzichè con responsabilità e senso civico, leggere e prestare maggiore attenzione al contenuto della misura stessa e alla sua pericolosità, sia in termini di danno al territorio che di autorità, intesa nell'esauturazione dei poteri conferiti in delega.
Un'illogica lotta, pure insensata, portata avanti da quella vecchia politica dispotica, che abituata da secoli a ragionare con lo scranno, nei termini "a favor della Regione" legge, non certo il neo-centralismo pericoloso, ma una probabile promozione sul campo.
Oggi però, con questa vittoria, seppur parziale, si decreta il fallimento di questa politica egocentrica che, per l'ennesia volta nel suo tenersi a debita distanza dal territorio e dai cittadini, si è auto-condannata a perde consenso.

Si chiama articolo 19 della LEGGE REGIONALE VENETO  n. 32 del 29 novembre 2013 (leggi qui il contenuto) "Nuove disposizioni per il sostegno e la riqualificazione del settore edilizio e modifica di leggi regionali in materia urbanistica ed edilizia", la disposizione che sospende il 38, quindi grazie proprio alla sua metà matematica, abbiamo raggiunto il nostro primo parziale successo, esultiamo ma restiamo vigili perchè la vittoria la si avrà alla cancellazione definitiva solo in fase di approvazione del PTRC e comunque in base all'art.29 della Legge regionale 23 aprile 2004, n. 11 entro i prossimi 5 anni occorre impedirne il ripristino.

 

 Leggiamo cosa dice l'Art. 38 del PTRC:

38 SOSPESO DALLA SUA META'

 

Leggiamo cosa dice l'Art. 19 della LR 32/2013 (leggi qui il contenuto)
Disposizioni transitorie in materia di Piano territoriale regionale di coordinamento (PTRC) 1. Dall’entrata in vigore della presente legge e sino all’approvazione del PTRC, adottato dalla Giunta regionale con la deliberazione n. 427 del 10 aprile 2013 pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto del 3 maggio 2010, n. 39 e, comunque, sino alla scadenza delle misure di salvaguardia previste dall’articolo 29 della legge regionale 23 aprile 2004, n. 11, non si applicano le disposizioni dell’articolo 38 delle norme tecniche di cui all’allegato B4 del PTRC medesimo.

A confermare la corretta applicazione della norma, ci ha pensato il parere dell'ufficio legislativo Regionale che con questo comunicato (nr. 539949-10dic2013) ha decretato ufficialmente la sospensione del 38.



 

Leggiamo che:
Com’è noto, con DGR n. 372 dei 17 febbraio 2009 è stato adottato il nuovo Piano Territoriale Regionale di Coordinamento (PTRC) al sensi dell’articolo 25 della LR 11/2004 e con DGR n. 427 in data 10 aprile 2013 è stata adottata la Variante parziale al PTRC con attribuzione della valenza paesaggistica.

Tanto l’uno quanto l’altra, essendo addottati, comportano dal punto di vista formale, l’applicazione della disciplina di salvaguardia sui contenuti e sulle relative disposizioni secondo quanto disposto dall’articolo 72 bis, comma 3, Inserito nelle norme tecniche dei PTRC dalla variante dei 2013.

Tuttavia, a seguito dell’entrata in vigore (1° dicembre 2013, giorno successivo alla pubblicazione sul BUR n. 103 deI 30 novembre 2013) dell’articolo 19 della legge regionale n. 32/2013, sentiti anche i competenti uffici legislativi di questa Regione, le disposizioni dell’articolo 38 delle norme tecniche del PTRC non troveranno più applicazione sino all’approvazione definitiva dei piano territoriale regionale di coordinamento (PTRC) e, comunque, sino alla scadenza delle misure di salvaguardia previste ai sensi deli’art. 29, comma 2, della L.R. 11/04.

Conseguentemente anche gli effetti delia deliberazione 3 ottobre 2013 n. 1721, con cul la Giunta Regionale ha recentemente esplicitato le modalità applicative delle disposizioni dl cui all'art. 38 delle norme tecniche al Piano Territoriale Regionale di Coordinamento durante il regime di salvaguardia del PTRC stesso, devono ritenersi superati, sia pure temporaneamente, trovando applicazione, da subito, il citato articolo 19.




Grazie a tutti coloro che in questi mesi si sono prodigati con impegno e professionalità nella lotta al 38, traducendo in atti concreti le attività a difesa del territorio, da chi ha prodotto le osservazioni, a chi ha redatto le mozioni al 38, a chi ha raccolto ben oltre 3000 firme, a chi ha marciato su Venezia, perchè questo prezioso lavoro di tutti, svolto con determinazione, ma sempre nel rispetto delle istituzioni, senza mai eccedere, ha portando a questo parziale risultato, possiamo esultare al nostro primo SUCCESSO e soprattutto esultare con la dimostrazione che unendo gli intenti possiamo farcela, si è possibile, "POSSIAMO DIFENDERE IL TERRITORIO",  si è possibile, "POSSIAMO SALVARE IL NOSTRO PAESAGGIO" e iniziare a lavorare per restituire valore e, soprattutto, si è possibile, "POSSIAMO DARE FUTURO" alle generazioni che verranno.